Mille usi del sapone di marsiglia.

Il sapone di Marsiglia è un sapone a base di olio di oliva ottenuto in modo naturale e soprattutto è un prodotto economico che può fare risparmiare su tanti prodotti. Questo unico elemento possiamo utilizzarlo in vari modi:

  • E’ un ottimo igienizzante e battericida quindi si può utilizzare come shampoo, sapone per le mani, bagnoschiuma o shampoo per animali.
  • E’ un’ottimo detersivo, sia grattugiato in scaglie come detersivo in polvere che applicato direttamente sulla macchia;
  • Come detersivo per i piatti;
  • Diluito in acqua in uno spray è un’ottimo prodotto per pulire casa;
  • Come detersivo per il pavimento;
  • Il composto di acqua e sapone di Marsiglia spruzzato negli angoli di casa è efficace per allontanare gli insetti;
  • Può essere utilizzato per pulire i pennelli per il trucco.

Fonte: ricerca sul web e esperienza personale.

Annunci

Mille usi del perbonato.

Il perbonato di sodio è un sale di sodio dell’acido borico coordinato con perossido di idrogeno. Viene utilizzato come:

  • Sbiancante naturale del bucato;
  • in caso di “acque dure” serve per rendere il bucato più morbido;
  • può essere utilizzato in lavastoviglie come igenizzante aggiunto al detersivo;
  • per rimuovere le macchie ostinate prima del lavaggio;
  • una soluzione di un cucchiaino di perbonato e detersivo è un’ottima soluzione per igenizzare;
  • come ammorbidente;

Fonte: ricerca sul web e esperienza personale.

Come riutilizzare i barattoli.

In casa avremo sicuramente una miriade di barattoli di vetro, vediamo come riutilizzarli:

  • come portabiscotti;
  • possiamo riporre nei barattoli bottoni, graffette e altri piccoli oggetti che vorremmo sempre avere a portata di mano;
  • come portafoto, attaccando la foto all’interno del barattolo;
  • una composizione di vasi di vario tipo, possono essere un’idea originale di centrotavola;
  • come vasi ornamentali di piccole orchidee o piantine grasse;
  • come acquario di pesci rossi;
  • come portaspezie;
  • come portagomitoli;
  • come portapenne;
  • come portacaramelle;
  • come portacandele.

Fonte: ricerca su internet e esperienza personale.

Come riutilizzare le bottiglie di plastica.

Come possiamo riutilizzare le bottiglie di plastica che sono vuote invece di buttarle? Ci sono diversi modi e ve ne voglio elencare qualcuno:

  • Come possiamo annaffiare le piante quando siamo in vacanza? Semplice, riempite una bottiglia di plastica, togliete il tappo e inserite nella terra l’imboccatura della bottiglia, gradualmente l’acqua scenderà durante la nostra assenza senza farci seccare le nostre amate piante;
  • Portagioie: tagliare la bottiglia all’altezza che vi serve e decoratela a piacere, avrete ottenuto una delizioso ed ecologico contenitore per i vostri gioielli;
  • Portavasi: tagliate la bottiglia all’altezza che preferite, rivestitela a piacere e travasate le vostre piantine, sarà un’idea originale per le vostre piantine di dimensioni più piccole, sia singolarmente che unendo bottiglie di varie dimensioni per formare una composizione;
  • Portamonete: tagliate due fondi dli bottiglia a uno due centimetri dalla base, attaccate con la colla a caldo una cerniera lampo e il gioco è fatto;
  • Salvadanaio: chiudete la bottiglia fate una fessura a lato e riempitela con le vostre monete;
  • Mangiatoia per uccelli: tagliate la bottiglia attaccate alle estremità un filo di spago come una borsetta, mettete il mangime per gli uccelli, attaccatelo fuori la finestra o su un albero e i vostri piccoli amici alati potranno mangiare tranquillamente
  • Organizer per bulloni, viti, bottoni o anche organizer per la scrivania: sempre tagliando la bottiglia, decorandola e lasciandola singola o a composizione e avrete tutto a portata di mano.
  • Portabicchieri: con lo stesso metodo del taglio detto sopra, potrete contenere anche i bicchieri.

Buon lavoro e buon riciclo 😉

Fonte: ricerca sul web e esperienza personale.

Come utilizzare vecchi CD e DVD.

Chi di noi non ha in casa vecchi CD o DVD che non possiamo più riutilizzare? Beh, invece di gettarli via possiamo riutilizzarli in diversi modi, del tipo:

  • Come sottobicchieri, da decorare a piacimento o semplici, così come sono;
  • Come base per una cornice, attaccate le foto che volete e decorate a piacimento;
  • Tagliati in piccoli pezzetti, possiamo riutilizzarli come decori di mosaico a cornice, vasi, scatole porta oggetti, decori natalizi, palline decorative, gioielli  e tanti altri oggetti;
  • Attaccando i dischetti a dei fili potrete creare delle tende molto originali, e ricordate, con lo stesso sistema si possono allontanare i piccioni dalle vostre case, dato che l’effetto “specchio” li fa allontanare.

Che dire? Date libero sfogo alla vostra creatività.

Fonte: ricerca sul web e esperienza personale.

 

 

 

Detersivo: come fare con i prodotti che abbiamo in casa.

Cosa possiamo utilizzare al posto del classico detersivo? Semplice:

  • Bicarbonato: mescolare insieme 1 bicchierino di acqua e 3 di bicarbonato e lasciare riposare questa soluzione per un’ora sulla macchia e poi mettere in lavatrice con due cucchiai di sapone di marsiglia e mezza tazza della soluzione di bicarbonato che abbiamo fatto in precedenza;
  • usare al posto dell’ammorbidente l’aceto bianco;
  • per la manutenzione della lavatrice fate un ciclo a vuoto con 1 l di aceto bianco a 60°/90°;
  • utilizzate al posto della candeggina il perbonato (da trovare nei supermercati, nel negozi di prodotti per la casa o online);
  • per pulire i vetri: una soluzione di 50g di bicarbonato e 1/2 l di acqua, fate sciogliere e mettete in uno spruzzino;
  • per pulire marmo e argento utilizzate il sapine di marsiglia;
  • per sturare il lavandino utilizzate o una soluzione di aceto bianco e bicarbonato o una soluzione di sale, bicarbonato e acqua;
  • come anticalcare utilizzate  i bicarbonato o l’aceto bianco;
  • per fare un detersivo per le lavastoviglie in casa: 40% limone, 40% acqua, 10%aceto bianco, 10% sale. Frullate tutto e fate bollire per 10/12 minuti fin quando il composto non diventa denso;
  • per fare un detersivo per i piatti in casa: 3 limoni grossi, 100 ml aceto bianco, 400 ml acqua, 200 ml sale fino. Frullate il tutto e fate bollire per 10/22 minuti. Lo stesso composto lo potete utilizzare anche per i fornelli e il lavello.

Ricapitolando con dei semplici ingredienti (bicarbonato, aceto bianco, sapone di marsiglia, sale, perbonato e limone) potrete risparmiare ed essere più rispettosi per l’ambiente. Presto pubblicherò degli ulteriori approfondimenti su ognuno di questi ingredienti.

Fonte: ricerca sul web e esperienza personale.

Riciclare i contenitori delle uova.

Avete presente i contenitori di plastica o di carta delle uova? Immagino che le gettate via, vero? E invece no! Anche questi oggetti possono essere riutilizzati. In che modo? Beh, così, sia al naturale che decorandoli o dipingendoli con i colori che preferite:

  • Porta-oggetti per contenere bracciali, collanine, orecchini e altri oggetti di bigiotteria;
  • Se giocate a ping-pong come porta palline;
  • Possono contenere le decorazioni natalizie più piccole e delicate;
  • Possono diventare dei simpatici vasetti per le piantine;
  • Potete utilizzare, se dipingente, questo contenitore come tavolozza;
  • I contenitori di plastica possono fungere da stampi per cubetti di ghiaccio;
  • Dando libero sfogo alla creatività, utilizzando fiori finti, possono diventare dei simpatici centrotavola;
  • Possono essere utilizzati come contenitori per il cucito,
  • Possono essere utilizzati in ufficio come porta graffette, porta punti della spillatrice e tutti i prodotti di cancelleria più piccoli.
  • Possono essere utilizzati in una cena particolare per contenere gli stuzzichini o dei piccoli aperitivi.

 

Fonte: ricerca sul web e esperienza personale.

 

Olio di mandorle dolci, un solo prodotto mille utilizzi.

Conoscete l’olio di mandorle dolci ricavato dalla spremitura a freddo? Beh, io fino a poco tempo fa non lo conoscevo, poi, l’ho utilizzato e sono rimasta entusiasta da tutte le cose che possono essere fatte con quest’olio. Contiene acidi grassi, vitamine (B ed E), proteine e sali minerali (zinco, ferro, calcio, magnesio, fosforo e potassio). Può essere utilizzato:

  • Durante la gravidanza sui fianchi, seno e pancione o durante una dieta dimagrante per prevenire le smagliature;
  • Applicato sul seno durante l’allattamento previene la secchezza della parte e non ha controindicazioni per il bambino;
  • Applicato prima della doccia sarà meglio di qualsiasi crema idratante;
  • Per rimuovere i residui di cera dalle zone depilate;
  • Applicato sui neonati e bambini più grandi per prevenire qualsiasi forma di irritazione, allergie o dermatosi;
  • Per struccarsi al posto dello struccante, ma solo per coloro che non hanno la pelle molto grassa;
  • Unito con sale o zucchero è l’ideale per essere utilizzato come scrubs;
  • Utilizzato come impacco prima dello shampoo e lasciato agire 30 minuti, lascerà i capelli che normalmente sono molto secchi morbidi e lucenti;
  • Può essere utilizzato come burrocacao sulle labbra screpolate;
  • Come impacco per le mani per ammorbidire le cuticole;
  • Preso come alimento migliora le funzioni intestinali;
  • Miscelato con poche gocce di oli essenziali è un’ottima rimedio per rilassarsi con un massaggio;

Fonti: ricerca sul web e esperienza personale.

Riciclare vecchi ombrelli.

Avete mai pensato di dare nuova vita ad un ombrello invece di gettarlo via? Beh, è sorprendente la nuova vita che si riesce a dare a questo oggetto.


1 –  Portabiti con manico. Se l’ombrello è quello con il manico, tagliate il manico dell’ombrello e attaccatelo al muro, potete utilizzarlo come appendino! 

2 – Stoffa. Recuperate la stoffa dell’ombrello e riutilizzatelo imbastendolo come borsa o bisaccia.

3 – Portafiori. Prendete dei fiori e ornate il vecchio ombrello, diventerà un grazioso complemento di arredo! 


Basta un poco di creatività, buon lavoro! 🙂

Fonte: ricerca sul web, esperienza personale.

Riciclare leggings e collant

Tutte in casa abbiamo vecchi leggings o vecchi collant che non indossiamo più, ma invece di gettarli via possiamo utilizzarli in altri modi:

1 – Rivestimento per vasi o paralumi. Essendo elasticizzati questi indumenti, tagliati possono essere riutilizzati come rivestimenti per vasi o vecchi paralumi.

2 – Strofinacci antipolvere. Tagliati a pezzetti attireranno la polvere e lasceranno le superfici pulitissime. 

3 – Copribraccia. Tagliate le gambe, e al posto delle gambe indossatele sulle braccia per ornare un vestito a mezze maniche o a giro.

In questo modo non getteremo via nemmeno i nostri leggings o collant. Buon lavoro. 

Fonte: ricerca sul web, esperienza personale.